Carattere: 

carattere Medio Carattere Grande Carattere Grande



Comune di Crosia (CS) » Conosci la città » Artisti locali
News
SPORTELLO BANDI POR CALABRIA
Lo sportello informativo Bandi POR Calabria, ubicato al secondo piano presso la sede del Comune di Crosia,  è aperto tutti i martedì dalle 15:00 alle 18:00

Albo Pretorio Online

PEC

Numeri Utili

Amministrazione Trasparente

Centrale Unica di Committenza

Fatturazione Elettronica

Modulistica Online

Pubblicazioni di Matrimonio

Il Sindaco Informa

Segnalazione Bandi

APP i Crosia

Seguici su Facebook

Autocertificazioni Online

Cambio di Residenza

Calcolo IUC

Consiglio Comunale Online

Galleria Fotografica

Servizio Civile

Tributi e Tariffe

Statistiche

Ufficio Relazioni con il Pubblico

  

AREA RISERVATA

Accesso alla Posta Istituzionale

Accesso alla PEC

Ultima Ora - ANSA.it

Artisti locali

NUJU nuju

Il gruppo nasce nei primi mesi del 2009, dall’incontro tra Marco Ambrosi, Fabrizio Cariati, Giuseppe Licciardi, Roberto Simina, e Stefano Stalteri.
L’idea di creare il progetto prende corpo già nel 2008 dalla volontà di unire la vena autorale con quella pop rock (e non solo) della musica italiana. Una miscela già tentata dai componenti nelle loro precedenti esperienze con i Rosaluna, i Massa Furtiva e gli Arangara. 
La nascita della band testimonia concretamente la prosecuzione di un discorso creativo accantonato con la fine dei Rosaluna, unito alla cifra stilistica, allo stesso tempo attuale ed intimista, dei testi di Fabrizio Cariati.
Si potrebbe raccontare della speranza di “farcela” nel campo della musica e della concreta possibilità, tante volte accarezzata, di essere riusciti a mettere a frutto l’impegno, aprendo una strada concreta per esprimere in musica il bisogno di comunicare. 
Si potrebbe raccontare dei momenti felici e difficili, appassionati e deludenti, passati a veder scorrere le stagioni e rassegnandosi alla praticità del quotidiano, sempre più realisticamente normale. 
Si racconta di un sogno che non è rimasto a marcire in un cassetto, per questo è nato NUJU.
NUJU significa “Nessuno”, la sua storia narra di un viaggio in pieno svolgimento, dalle coordinate cruciali, in cui non si vede né punto di partenza né punto d'arrivo, sfida in continuazione se stesso e il suo destino, Nuju diventa sempre più irrequieto e sempre più amareggiato dalle ingiustizie del nuovo mondo tanto atteso.
Nuju prende coscienza della sua incoscienza e forse il suo coraggio risiede proprio nell'animo spensierato ed infantile capace di immaginare l’infinito. 
I suoi componenti sono dei novelli Ulisse partiti dalla loro Itaca appena maggiorenni e incontratisi in un luogo imprecisato, dove mille insidie li attendono, calamità musicali e crisi esistenziali.
La loro Odissea è fatta di viaggi. Il pop sono le sirene, il rock è Nausica, la musica d’autore è il ciclope, la world music è Medusa.
Nuju è Nessuno.

Il gruppo nasce nei primi mesi del 2009 e vede la sua prima uscita pubblica il 30 maggio 2009 al Fuori Orario di Reggio Emilia. Nel progetto prende corpo la volontà di unire la vena autorale-folk con quella rock e dance della musica italiana, un genere urbano e meticcio che verrà definito dai giornalisti FOLK-DANCE.

I Nuju si definiscono Pirati Metropolitani o Marinai Urbani.

A ottobre 2009 esce Voci di marinai, poi eletto la miglior canzone indipendente emergente italiana del 2010 secondo il MEI.

Lo stesso brano è presente nel libro-cd Ad esempio a me piace... Un viaggio in Calabria, progetto di artisti calabresi uscito a luglio 2009, il cui ricavato va all’associazione Libera Terra che lavora sulle terre confiscate alla mafia. Nello stesso anno i Nuju vincono il premio “Acusticamente - Città di Cervia”, il concorso “Generazione Musicale a Progetto”, organizzato da Keepon e dal Mei (Meeting delle etichette indipendenti). Nel 2010 i Nuju  sono tra i 12 finalisti di “Primo Maggio tutto l’anno” e vincono il “Radici EtnoContest”.

Il primo album, omonimo, ha visto la luce il 30 aprile 2010.

Il 15 marzo 2011 è uscito Disegnerò, singolo e video che hanno anticipato il secondo album, Atto secondo, pubblicato ad aprile 2011 su etichetta MK Records/VLC/Venus e che ha ottenuto ottime recensioni ed è diventato disco del mese a maggio su Caterpillar, storico programma di Rai Radio 2. A luglio 2011 è uscito il secondo video, Parto, che ha anticipato la presenza della band come Opening Act per il concertone di Ligabue Campovolo 2.0. A settembre 2011 il brano Mare ha vinto il premio Eros Pizzi – la tua musica per il lavoro, indetto da Fistel-Cisl. A novembre 2011 sono ospiti di Caterpillar su Rai Radio 2, dopo mesi di programmazione del brano Movement e della cover Acida, realizzata per la compilation Cantanovanta.

A febbraio 2012 vincono la menzione speciale Radio Ohm/Balla Coi Cinghiali al Premio Buscaglione e il premio speciale “Questi fanno brutto!” con M’illumino a Caterpillar (Rai Radio2). Il 29 maggio 2012 è uscito “3° (mondo)”, anticipato dal singolo “La Rapina” e a settembre vincono il premio “4 Sounds 1 Label” al MEI Supersound. A novembre 2012 “La rapina” è tra i 25 migliori videoclip dell’anno al PIVI/Medimex ed è ripartito il tour che durerà fino all’estate 2013.

A gennaio 2013 il brano Il Mafiologo è inserito nel libro/cd “Musica contro le Mafie”.

A settembre 2013 si chiude La Rapina Tour (oltre 100 date) e la band inizia a lavorare al nuovo album.

A gennaio 2015, anticipato dai singoli Tempi Moderni e Ora di punta, esce Urban Box, il quarto album della band, il primo dopo la trilogia, a tutti gli effetti il vero secondo disco dei Nuju, a cui segue il tour in tutta Italia.


 

PEPPE VOLTARELLI

Peppe Voltarelli

Peppe Voltarelli (Cosenza, 26 dicembre 1969) è un cantautore e attore italiano. Dal 1991 al 2005 è stato il cantante de Il Parto delle Nuvole Pesanti. Dal 2006 conduce carriera solista. Carriera:

Con Il Parto delle Nuvole Pesanti

Nel 1991 fonda insieme a Franco Catalano e Salvatore De Siena Il Parto delle Nuvole Pesanti, band conosciuta in Italia per la sua musica folk-rock sperimentale. Al trio originario si uniscono nel 1992 Marco Rausa (voce, mimo e tromba), Davide Peri (sax), Giorgio Simbola (banjo e trombone), Giovanni Tufano (chitarra classica), Carlo Di Lorenzo (chitarra elettrica), Fabio Bonvicini (organetto e flauti) e Amerigo Sirianni (mandolino). La formazione si riduce a nove elementi per l'album Pristafora e, successivamente, a quattro, nel corso della lavorazione di 4 battute di povertà. Entrano nella band il bassista Mimmo Crudo e il batterista Mimmo Mellace, esperto di world music e già elemento dei Re Niliu. L'album 4 battute di povertà, prodotto dalla Lilium dei fratelli Onorato di Monza[1] e distribuito dalla Sony Epic, diviene apripista di un genere denominato "tarantella punk".

 

Particolarmente importante nella produzione del gruppo è Sulle ali della mosca (2000), con la collaborazione di Teresa De Sio e Roy Paci. Il Parto ha anche occasione di collaborare con la compagnia teatrale Krypton di Firenze, con Claudio Lolli e con il regista Giuseppe Gagliardi. Dal 1991 al 2005 Voltarelli registra nove album con la band. Nel 2005 lascia il gruppo per dedicarsi alla carriera da solista.

Carriera solista

Il primo lavoro da solista è il film La vera leggenda di Tony Vilar, del regista Giuseppe Gagliardi . Il film è un road movie che racconta l'epopea degli italiani d'America, seguendo le tracce di un cantante italiano famoso in Argentina negli anni sessanta e ormai scomparso. La storia, che si svolge tra Buenos Aires e New York, rappresenta il primo caso di mockumentary (falso documentario) italiano. Del film La vera leggenda di Tony Vilar Voltarelli è autore delle musiche e interprete. Il film viene presentato alla prima edizione della Festa del cinema di Roma (2006), al Tribeca Film Festival di New York (2007)[5], al Calgary International Film Festival (2007), all'Italian Film Festival di San Diego (2009), al Festival del Cinema Italiano di Belgrado (2008), al Weird Mob di Sydney (2008) e al Buitoni Film Festival di Dublino (2008)

 

Nel 2007 esce Distratto ma però il primo lavoro discografico da solista prodotto da Alessandro Finazzo (Finaz) della Bandabardò) che vede la partecipazione di Roy Paci, Sergio Cammariere, Pau dei Negrita e Giancarlo Cauteruccio. Il disco entra nella cinquina dei finalisti per la targa Tenco 2007 riservata alle opere prime partecipando alle serate conclusive del Premio Tenco al Teatro Ariston di Sanremo.

Il brano Distratto ma però viene inserito nella colonna sonora del film Fuga dal call center, opera prima di Federico Rizzo che partecipa al Festival Internazionale del cinema di Karlovy Vary nella Repubblica Ceca. Nel film Peppe Voltarelli recita la parte di una curiosa guardia antitaccheggio.

L'album Distratto ma però viene distribuito in Argentina dalla casa discografica Los Años Luz.  La tournée di presentazione tocca anche il Canada, gli Stati Uniti e il Messico.

Al Teatro Civico di Alghero riceve il Premio Pino Piras "Canco de Raganal" per l'ironia e il sarcasmo della sua ricerca musicale.

L'opera Angolo somma zero debutta al festival teatrale di Festambiente Sud a Vico del Gargano. Lo spettacolo, scritto e recitato da Alessandro Langiu, vede sulla scena Peppe Voltarelli suonare e recitare la parte di un suonatore per matrimoni nella Puglia delle fabbriche tra Brindisi, Taranto e Manfredonia. Lo spettacolo pone l'attenzione sulle "morti bianche" e sulla situazione drammatica delle famiglie pugliesi che hanno perso i propri cari per malattie contratte sul posto di lavoro.

Il disco Duisburg Nantes Praga il bootleg live è un lavoro di denuncia contro la mafia, registrato dal vivo durante il tour europeo del 2008 con il supporto della sola vendita on line e durante i concerti. Il live vende oltre 3000 copie in meno di un anno.

Voltarelli partecipa a tre edizioni consecutive del Concerto del Primo Maggio a Roma (2009, 2010 e 2011). Sul palco con Alfio Antico, i Lautari a la Bandabardò

Compone le musiche per l'opera teatrale Medea e la luna, tratta da Lunga notte di Medea di Corrado Alvaro e messa in scena da Giancarlo Cauteruccio

Ultima notte a Malà Strana viene pubblicato in Francia per l'etichetta Chant du monde e distribuito in Europa da Harmonia Mundi. Il disco viene presentato in anteprima a Parigi con un concerto al teatro Alhambra il 28 settembre 2010.

Ultima notte a Malà Strana vince la Targa Tenco 2010 come miglior album in dialetto, il premio è conferito per la prima volta ad un lavoro in calabrese. Voltarelli dedica la Targa al sindaco ambientalista di Pollica (Salerno) Angelo Vassallo, ucciso in un agguato di tipo mafioso

Nell'ottobre 2010 Voltarelli è in tournée in Messico, con concerti al Festival del Cinema di Morelia ad Aguascalientes e Città del Messico. Nel novembre 2010 esce in Argentina per la casa discografica Los Años Luz l'album Ultima notte a Malà Strana, che viene presentato a Buenos Aires con un concerto alla Trastienda, con ospite la cantante uruguayana Ana Prada. Durante il tour argentino a novembre Voltarelli viene invitato a partecipare al concerto di Adriana Varela, voce storica del tango argentino.

Ultima notte a Malà Strana viene distribuito in Canada dall'etichetta Casa Nostra, con distribuzione Dep/Universal: l'uscita viene accompagnata da una tournée in Québec, che tocca anche Montreal, Quebec City e la Val D'Or, insieme al cantante italo-canadese Marco Calliari. Il disco viene recensito su Radio Canada che programma il singolo Scarpe rosse impolverate, con la partecipazione al programma Je l'ai vu à la radio su La Première Chaîne, curato dal giornalista Franco Nuovo.

Il 16 marzo 2011 partecipa alla Notte Tricolore a Torino, rappresentando la Calabria, per celebrare i 150 anni dell'unità d'Italia con il concerto in piazza Vittorio. Sempre a marzo 2011 partecipa in concerto al Festival Barna Sants di Barcellona presso il Luz de Gas.

Firma la colonna sonora originale di Tatanka di Giuseppe Gagliardi (2011), film tratto da un racconto di Roberto Saviano

Sempre nel 2011 partecipa a Luminato, festival di Toronto, e al Francofolies di Montreal, insieme al gruppo fiorentino Bandabardò.

Partecipa alla 36ª edizione del Premio Tenco 2012 con il ruolo del "tappabuchi intrattenitore", durante i cambi palco degli artisti.

La canzone Onda Calabra scritta per il documentario Doichlanda di Giuseppe Gagliardi viene usata in forma di parodia nel film di Giulio Manfredonia Qualunquemente con Antonio Albanese in una lettera aperta ad Albanese uscita in prima pagina su Calabria Ora fa nascere una diatriba sul brano che Voltarelli rivendica come canzone di passione ed emigrazione non in linea con l'utilizzo che ne viene fatto nel film di Manfredonia.

Lo spettacolo Il viaggio i padri l'appartenenza, monologo di teatro canzone debutta alla Galleria Toledo di Napoli a novembre 2011.

Realizza la colonna sonora di Aspromonte, commedia di Hedy Krissane con Franco Neri.

Con lo spettacolo Voci... Italiani da esportazione, insieme alle cantautrici Roberta Carrieri e Gabriella Grasso partecipa al Festival Avignon Off 2012, con una residenza teatrale di ventuno giorni al Theatre des vent

Nel 2012 concerti a Buenos Aires, New York, Portland, Seattle, Los Angeles, Bruxelles, Barcellona, Colonia e Lussemburgo.

Ospite del Canzoniere Grecanico Salentino al concerto che si tiene al Joe's Pub di New York nel giugno 2013. Jon Pareles dedica un articolo alla serata sulle pagine del New York Times del 28 giugno

Partecipa al Montreal International Jazz Festival 2013 con due concerti al Savoy du Metropolis

 


OROZERO

OROZERO

 

Il gruppo è composto da 5 componenti: Carlo Palermo, Danilo Caputo, Francesco Parrilla, Claudio Verbari, Salvatore Tordo. La band è nata nel 2009 da un'idea di Danilo, che propose a Carlo di entrare in una formazione  inizialmente composta da altri elementi. In seguito ad abbandoni, cercarono insieme quelli che poi divennero gli attuali Orozero. In generale il genere suonato è il Rock (italiano e internazionale), con tendenze negli ultimi due anni al rock'n'roll anni 50/60.

 


MALATEMPORA

I Malatempora di Crosia

 

·         GRUPPO MUSICALE Etno Rock Folk

     MEMBRI: Eduardo Lepera (voce, chitarra acustica), Franco Boccuti (tastiere, fisarmonica), Domenico Falcone (chitarra solista), Marco Comite (basso), Franco Lepera (batteria, percussioni)

      

     Tutto nasce per pura e semplice casualità in una calda serata d'Agosto durante la festa dell U.S. Krosia .
Seduti ad un tavolo, Franco Lepera, Francesco Boccuti ed Eduardo Lepera, già compaesani ed amici, tra un bicchiere di birra e un altro decidono di provare ad intraprendere una nuova esperienza musicale, arrangiando qualche pezzo con una fisarmonica,una chitarra ed una batteria, (se così si può chiamare) , malridotta ! . Si iniziò a provare nel garage di Franco Lepera , quant riiiis !!! , suonando alcuni pezzi de Il Parto Delle Nuvole Pesanti, del grande Rino Gaetano e qualche pezzo classico. Trasferiti a Crosia Paese per motivi logistici, (ntra na rutta a re cas scioddat), si aggiungono ai tre Tordo Umberto alla chitarra e Giusy Berardi come voce femminile. Il nome deciso da dare al gruppo fu MalaTempora Currunt dal latino "Tempi difficili"; nome che rispecchia benissimo i tempi in cui oggi viviamo. Nell'Agosto del 2012 I MalaTempora si esibirono per la prima volta in Piazza del Popolo proprio alla festa dell'U.S. Krosia. Nel 2013 per motivi professionali Umberto Tordo lascia il gruppo. Nei mesi successivi si aggiungono Giovanni Benevento al basso e Domenico Falcone alla chitarra. La loro musica è basata principalmente sull' Etno-Folk contaminato con un po di Rock. Attualmente la formazione del gruppo è così formata da : Eduardo Lepera (voce e chitarra; Giusy Berardi (voce); Francesco Boccuti (tastiere e fisarmonica); Domenico Falcone (chitarra elettrica); Giovanni Benevento (basso); Franco Lepera ( batteria e percussioni)... Il sogno continua ... ;) 

I MALATEMPORA

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

Comune di Crosia
P.IVA 01722020789
Tel. 0983 485016 - Fax 0983 485033
Viale Sant'Andrea - 87060 Crosia (CS)
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.366 secondi
Powered by Asmenet Calabria